La città deve sapere

LE TESTE DI CA..STAGNO

Testa di cazzov

Il tempo passa e le teste di ca..stagno restano!

Ora la luna di miele con questa amministrazione MIRRA LEONE BOSCO PETRELLA è terminata. Bisogna cominciare a verificare, controllare se le parole sono seguite dai fatti o restano manifestazioni elettorali. La sola cosa di cui siamo informati è la continua lotta di potere tra di loro che certamente non li aiuta nelle cose da fare. Con certezza la città è regredita in termini ambientali e nelle attività quotidiane dei sammaritani. Rispetto alla gestione di BIAGIO DI MURO c’è un sostanzioso deficit igienico. La piazzolla ecologica è diventata una discarica abusiva a cielo aperto e non poteva essere diversamente; quando subentra la magistratura per regolare una funzione le cose si rimandano al secolo successivo e i dirigenti del comune che, notoriamente sono tutt’altro che dei fulmini di guerra, e che sono responsabili dei mancati adempimenti burocratici per mantenere aperta una struttura che anche con i suoi limiti assolveva perfettamente alla sua funzione, sono felici di essersene liberata.

Nella gestione precedente ( B.DI MURO) ricordo che c’era una grande attenzione per le piccole cose, associazioni che attraverso il Web facevano le pulci alla casa comunale, sull’immondizia per le strade, sulle discariche con i paesi limitrofi, sulle deiezioni dei cani da passeggio, per la distribuzione dei cassonetti delle immondizie all’ interno dei parchi pubblici e privati. C’erano associazioni che ebbero anche contributi comunali per “ciò che vedevano in città”, anche se poi, alla seconda richiesta non furono accontentati e arrivarono all’assurdo, fotografando alcuni pezzi di carta , in periferia, caduti da un carro. Ora c’è un silenzio tombale! Non ci sono più proteste nemmeno per la ripresa, in alcune notti, della pestilenziale puzza targata STIR le belle anime che si riempiono la bocca con sigle inneggianti all’amore verso SantaMaria Capua Vetere si facciano sentire , diano prova concreta delle loro affermazioni verbali. A parlare siamo buoni tutti. Ma….

Il tempo passa e le teste di ca..stagno restano!

Ora la luna di miele con questa amministrazione MIRRA LEONE BOSCO PETRELLA è terminata. Bisogna cominciare a verificare, controllare se le parole sono seguite dai fatti o restano manifestazioni elettorali. La sola cosa di cui siamo informati è la continua lotta di potere tra di loro che certamente non li aiuta nelle cose da fare. Con certezza la città è regredita in termini ambientali e nelle attività quotidiane dei sammaritani. Rispetto alla gestione di BIAGIO DI MURO c’è un sostanzioso deficit igienico. La piazzolla ecologica è diventata una discarica abusiva a cielo aperto e non poteva essere diversamente; quando subentra la magistratura per regolare una funzione le cose si rimandano al secolo successivo e i dirigenti del comune che, notoriamente sono tutt’altro che dei fulmini di guerra, e che sono responsabili dei mancati adempimenti burocratici per mantenere aperta una struttura che anche con i suoi limiti assolveva perfettamente alla sua funzione, sono felici di essersene liberata.

Nella gestione precedente ( B.DI MURO) ricordo che c’era una grande attenzione per le piccole cose, associazioni che attraverso il Web facevano le pulci alla casa comunale, sull’immondizia per le strade, sulle discariche con i paesi limitrofi, sulle deiezioni dei cani da passeggio, per la distribuzione dei cassonetti delle immondizie all’ interno dei parchi pubblici e privati. C’erano associazioni che ebbero anche contributi comunali per “ciò che vedevano in città”, anche se poi, alla seconda richiesta non furono accontentati e arrivarono all’assurdo, fotografando alcuni pezzi di carta , in periferia, caduti da un carro. Ora c’è un silenzio tombale! Non ci sono più proteste nemmeno per la ripresa, in alcune notti, della pestilenziale puzza targata STIR le belle anime che si riempiono la bocca con sigle inneggianti all’amore verso SantaMaria Capua Vetere si facciano sentire , diano prova concreta delle loro affermazioni verbali. A parlare siamo buoni tutti. Ma….

Legge quadro sulla mobilità ciclistica

Approvata la Legge Quadro sulla Mobilità Ciclistica. Enorme soddisfazione di tutti i promotori

ricordare fa bene

le motivazioni delle dimissioni.

NON LASCIAMOCI DERUBARE

CARO GLADIATORE

Ho letto da qualche parte che,  nel passato, qualche sindaco ha “regalato” proprietà comunali a privati, o a associazioni professionali a canoni irrisori, o addirittura a gratis,

STU FALLITA PIGNORAMENTI

 

LA CITTA’ VUOLE SAPERE